Mercoledì 7 marzo, l’istituto Sobrero ha proposto ai ragazzi delle classi prime un interessante incontro con il Capitano del comando dei Carabinieri di Casale Christian Tapparo. Agli alunni è stato mostrato il duro lavoro di prevenzione e di contrasto degli stupefacenti svolto dall’arma in tutto il territorio italiano.

Durante l’intervento, il maresciallo ha spiegato le gravi conseguenze fisiche e psicologiche provocate dall’uso ripetuto di hashis, cocaina, marjuana e eroina.

Non meno rilevanti le ripercussioni giudiziarie, sia per chi ne fa un uso personale sia per chi li importa e li rivende; le pene variano da multe, ritiro della patente, del passaporto e del porto d’armi fino all’arresto.

Si è anche discusso del nuovo fenomeno che sta coinvolgendo i ragazzi a partire dai 13/14 anni in su: le droghe sintetiche, poco costose, facilmente reperibili, ma non per questo meno rischiose; in alcuni casi, queste possono portare alla cecità.

In conclusione, i ragazzi sono stati invitati a riflettere sulla pericolosità, anche futura, di tutti i tipi di stupefacenti e spronati a essere giovani responsabili.

Letizia Mutti