Il giorno 28 aprile, si celebra la giornata mondiale delle vittime dell’amianto e quest’ anno il comune di Casale Monferrato ha organizzato tre giorni di eventi, uno dei quali si è svolto al Teatro Municipale. Qui è stata presente anche la classe 2D dell’ Istituto Tecnico Sobrero, accompagnata dai docenti di chimica, professori Francesco Rubino e Roberto Rosso.
Dopo la proiezione in teatro del docufilm “La Rivincita di Casale Monferrato” della giornalista Rosy Battaglia e le testimonianze di ex-operai Eternit, si è svolta la cerimonia di premiazione per il “Vivaio Eternot” riconoscimento per tutti coloro i quali si distinguono in ricerca, azioni di bonifica e battaglie sociali e legali riguardanti l’amianto.
Successivamente i partecipanti si sono recati al parco Eternot, che è stato realizzato nell’area bonificata dove un tempo sorgeva lo stabilimento Eternit.
Come purtroppo ci ricordano le stime del CNR-Inail sono ancora, in circolazione circa 32 milioni di tonnellate di amianto in tutta Italia e si registrano circa 21 mila casi di mesotelioma, tumore causato dall’ esposizione all’amianto, con più di 4 mila morti ogni anno dal ’93.

manifestazione contro l'amianto