Le classi terze del liceo delle scienze applicate venerdì 27 aprile si sono recate al parco Eternot per una giornata in nome della nostra “Vita a impatto zero” molto speciale, alla ricerca di una vita non solo più ecosostenibile, ma anche più appagante e all’insegna del rispetto non solo verso l’ambiente ma anche verso se stessi e gli altri. I ragazzi si sono divisi in workshop, stand di lavoro nei quali si è discusso e svolto diverse attività. “Ci hanno detto che per una semplice bistecca occorrono 15.000 litri di acqua. Questo è davvero sconvolgente” afferma Daniele, che ha partecipato al workshop immancabile sull’acqua. Oppure, per citare qualcosa che riguarda molto da vicino la nostra città, Lorenzo ci parla della sua esperienza nel workshop sui pannelli fotovoltaici.
“Dovremmo invogliare il comune ad incoraggiare la bonifica dei tetti in amianto, che creerebbe nuovi spazi a disposizione delle nuove tecnologie fotovoltaiche”. In definitiva, mattinata decisamente positiva e soprattutto stimolante per i nostri ragazzi, che hanno avuto modo di riflettere sulle proprie abitudini e sviluppare la propria coscienza ecologica.

vita a impatto zero