“Lezione di vita, lezione di coraggio. Questo per noi il 23 Maggio”. Questo il grido di speranza che migliaia di giovani voci, unite in coro, hanno ribadito sotto l’Albero del magistrato Giovanni Falcone il 23 Maggio. In occasione della 26° giornata in memoria delle vittime della mafia si sono riuniti nelle strade di Palermo giovani, insegnanti e autorità per manifestare la loro solidarietà verso chi ha pagato con la vita la lotta contro la mafia. In rappresentanza dell’Istituto Sobrero di Casale Monferrato, hanno preso parte all’iniziativa “La nave della legalità” i ragazzi della 4^BL Alessia Carrettoni, Marco Giachero ed Elena Seminerio, accompagnati dal prof. Francesco Coppo. I ragazzi raccontano: “Questa esperienza ci ha fatti crescere dal punto di vista umano, perché per la prima volta ci siamo sentiti parte di un popolo che manifesta apertamente e senza paura contro le mafie. I testimoni, parenti o amici delle vittime, hanno toccato i nostri cuori, rendendoci partecipi del loro dolore trasformato in impegno civile. In questi giorni abbiamo anche avuto modo di conoscere tantissimi ragazzi con i quali si sono potuti stringere rapporti di amicizia”.

nave della legalità