Laboratorio di mineralogia medica “Non solo amianto”

Nel 2010 a Casale Monferrato nasce la Rete Scuole Insieme da un’emergenza ambientale e sociale particolarmente grave per il territorio e la città, sede del più grande stabilimento Eternit d’Europa, costituita dalla presenza di manufatti in cemento-amianto e conseguente inquinamento che ha causato la morte di più di 2500 persone a seguito dell’esposizione alla fibra killer.

Per questo il primo argomento a rilevanza territoriale affrontato dalle rete di scuole è stato quello della sensibilizzazione della popolazione scolastica rispetto ai comportamenti a rischio, ma nell’ottica di riqualificazione, risanamento e riappropriazione del proprio territorio.

Obiettivo centrale perseguito negli anni è stato di sensibilizzare gli studenti, attraverso numerose esperienze didattiche, sulle specificità in cui si differenzia la questione Eternit, per chiarirne i punti nevralgici: giustizia, bonifica, ricerca.

La collaborazione tra istituti della Rete Scuole Insieme ha consentito l’approfondimento di diverse tematiche amianto correlate in relazione alla specificità degli indirizzi. In particolare, gli studenti del Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate hanno intrapreso, a partire dal 2012, un percorso prettamente scientifico – laboratoriale di indagini di mineralogia medica connotando l’Istituto Sobrero come polo di ricerca in ambito tecnico – scientifico. Nasce così, in collaborazione con ERA (Environmental Reborn Association) il Laboratorio Permanente di Mineralogia Medica “Non solo Amianto”.

Nel corso degli anni vengono affrontate tematiche di rilevanza ambientale e sanitaria che prevedono:

  • Indagini microscopiche e cristallografiche presso il Dipartimento di Mineralogia dell‟Ateneo torinese e della Facoltà di Chimica dell’Università di Modena
  • Sperimentazione presso i laboratori dell’istituto in collaborazione con il Dottor R. Vigliaturo
  • Lezioni interattive sulle caratteristiche mineralogiche di amianto e nanomateriali
  • Approfondimenti teorico – pratici sulle interazioni di fibre minerali e nanoparticelle con i diversi comparti biologici, le patologie correlate e la ricerca farmacologica.
  • Collaborazione con ricercatori dell’ associazione ERA e degli atenei di Pavia, Torino e Modena
  • Partecipazione degli allievi delle classi del triennio come relatori a conferenze sul territorio piemontese organizzate da Lega Ambiente e ERA

Da sottolineare che è una grande opportunità per l’istituto ospitare la sede e collaborare con un’associazione come ERA che ha molteplici finalità volte alle divulgazione scientifica a tutti i livelli di istruzione e alla formazione scientifica rispetto a temi ambientali, medici e di attualità affrontati in modo interdisciplinare. Di particolare importanza è il coinvolgimento degli studenti nelle attività di divulgazione sul territorio promuovendo il contatto con accademici di livello e stimolando l’internazionalizzazione.